Lo "Zoo Umano", una vergogna del passato

Ad inizio 900 venne creato uno Zoo Umano a Parigi, per mostrare a tutti la vita delle colonie e la forza dell'impero.

LO ZOO UMANO

LO ZOO UMANO

Costruito ad inizio '900 a Parigi venne chiamato "Jardin d'Agronomie Tropical", uno spazio che avrebbe mostrato ai francesi ed al mondo intero la potenza dell'impero coloniale.

Vennero infatti ricostruiti 6 villaggi differenti del tutto simili a quelle delle lontane colonie (all'epoca Madagascar, Indocina, Sudan, Congo, Tunisia e Marocco).

Migliaia di persone vennero deportate e messe a vivere in cattività in questi villaggi artifciali, in modo che i visitatori potessero farsi un'idea di come fosse la vita delle persone delle nuove colonie.

Da Maggio ad Ottobre 1907 il Jardin venne aperto al pubblico e si stima che venne vsitato da oltre un milione di persone curiose.

Per questa ragione viene oggi chiamato "Zoo umano", al posto di leoni e bestie feroci ad essere esposte furono le persone.

Al termine dell'esibizione non sappiamo con certezza che cosa successe a queste persone.
Alcune di loro parteciparono ad esposizioni simili in tutta europa, altre si aggiunsero a circhi ed altre ancora (la netta minoranza) riuscirono a rientrare nel loro paese.

Non dovette essere facile allora trovarsi catapultati in un mondo cosi' diverso, privati della libertà e trattati come "animali da zoo".

Le strutture vennero gradualmente lasciate a loro stesse ed il degrado ne accompagno' il progressivo decadimento. Ancora oggi è possibile vedere e visitare cio' che ne resta.

Se visiterete Parigi ed il suo parco di Vincennes potreste imbattervi proprio in questi resti.

Si tratta di una pagina nera del passato francese che difficilmente potrà essere dimenticata, un passato in cui dimostrare la superiorità di una razza e di una civilità rappresentavano motivo d'orgoglio nazionale.

di Riccardo